giovedì, 27 Gennaio 2022

Ogni primo venerdì del mese Sportmemory e le sue storie
Direttore responsabile: Roberto Angelini
Direttore editoriale: Marco Panella
Il canottaggio come destino
Storie

Il canottaggio come destino

Mi presento: sono Giorgia Pelacchi, nata ad Abbadia Lariana, in provincia di Lecco, il 6 aprile 1998. Pratico canottaggio da più di 10 anni e ho sempre pensato che l’incontro con il canottaggio non fosse casuale ma merito del destino. Vengo da una famiglia di canottieri: mio zio e mio cugino sono ...
La mia voga
Focus

La mia voga

La fortuna non è un merito. Riconoscerla invece sì. Io compirò 24 anni a dicembre e vivo a Como, sul lago. A mio parere il più bello del mondo. La mia fortuna non è solo viverci, ma anche viverlo con il canottaggio, che amo e pratico fin da quando avevo otto anni, un anno prima dell’età adatta pe...
Giampiero Galeazzi. Con allegria.
Diorama, Promo

Giampiero Galeazzi. Con allegria.

Con allegria. Chi ha vissuto con allegria è così che deve essere ricordato quando fa il grande passo avanti. Giampiero Galeazzi ha vissuto con allegria, un'allegria contagiosa da cui nessuno è rimasto fortunatamente immune. Un'allegria entrata nelle case di tutti con le sue telecronache che hanno...
I fratelli Abbagnale, scugnizzi del remo
Focus

I fratelli Abbagnale, scugnizzi del remo

Ci sono momenti nella storia che restano scolpiti nel tempo, plastici, iconici. Tra questi c’è senz’altro il tripudio dei fratelli Abbagnale alle Olimpiadi di Seoul 1988. Solo a sentire quel cognome, nella mente si accende repentinamente una istantanea vivida, che ha il colore azzurro delle divise...
Antonio Spataro. Olimpiadi da medico dello sport
Focus

Antonio Spataro. Olimpiadi da medico dello sport

Molti della mia generazione hanno imparato a conoscere meglio il canottaggio, uno sport povero e poco conosciuto come girava nell’ambiente, grazie ai fratelli Abbagnale che dal 1981 al 1993 dominarono la scena mondiale della disciplina e forse soprattutto grazie alle memorabili telecronache di quel ...
Vog. Lo sport immaginario
Diorama, Promo

Vog. Lo sport immaginario

Inutile negare. Noi ragazzini degli anni settanta su Vog. Il vogatore moderno abbiamo costruito un intero immaginario. Il Vog è entrato nel nostro quotidiano dalle prime o dalle ultime pagine dei fumetti, a volte anche dalla terza di copertina ed era in ottima compagnia; occhiali a raggi x che pro...
La nostra newsletter
Chiudi