mercoledì, 22 Settembre 2021

Ogni primo venerdì del mese Sportmemory e le sue storie
Direttore responsabile: Roberto Angelini
Direttore editoriale: Marco Panella
Piano 14.25. La storia maledetta del doping di Stato
Storie

Piano 14.25. La storia maledetta del doping di Stato

Berlino Est, Normannenstrasse. Non un indirizzo qualunque. La Haus Nummer 1, come era chiamato l'edificio alto e grigio al civico numero 20 di Normannenstrasse, era la sede del Ministero per la Sicurezza dello Stato. Non un Ministero qualunque, ma un Ministero che passerà alla storia con il nome ...
Destinazione Curva Sud. Diario di un romanista
Storie

Destinazione Curva Sud. Diario di un romanista

Chi nasceva in periferia iniziava a frequentare la strada da molto piccolo. A dieci anni, quelli nati come me durante il boom economico italiano erano già in strada, con il pallone tra i piedi, a rompere scarpe su scarpe comprate di volta in volta alla Standa del quartiere, il primo centro commerc...
La corsa come salvavita
Storie

La corsa come salvavita

Caldo dannato fuori fin dalle prime luci dell’alba.   Non sono abituata a correre con il caldo, anzi non sono proprio più abituata a correre. Eppure la corsa è un farmaco salvavita. Alle 7.20 è già tardi per uscire a correre ormai. Sono in Smart Working e ho deciso di prendermela comoda …. pessi...
Il Ring. Uno spazio magico
Storie

Il Ring. Uno spazio magico

“Aaaa..a le’, lavora co’ ‘sto sinistro!!”. Mentre cercava di colpire il sacco al meglio, Leonardo pensò che veramente il ring fosse uno spazio magico e che il Maestro di pugilato Cesare Rossi conoscesse già il suo nome. Scoprimmo poco dopo – e con una certa delusione di Leonardo - che il Maestro...
Lo spogliatoio. Grammatica della felicità
Storie

Lo spogliatoio. Grammatica della felicità

Le partite non iniziano e non finiscono mai in campo. Le partite iniziano e finiscono nello spogliatoio. E ogni spogliatoio ha una sua grammatica, ovvero un sistema ordinato di comunicazione non verbale popolato di segni e codici da decifrare e imparare a memoria. Specialmente quando giochi in Ca...
Il calcio. La mia vita fortunata
Storie

Il calcio. La mia vita fortunata

Se devo dirla tutta, posso considerarmi proprio un uomo fortunato. Ho avuto un padre e una madre meravigliosi. Sì, capisco, può apparire un po’ retorico, soprattutto quando – purtroppo – i propri genitori passano ad altra vita. Per me, ragazzino che aveva scelto il calcio, non è stato così. Anzi...
Drone racing e cyborg atleti. La sfida dell’epica.
Storie

Drone racing e cyborg atleti. La sfida dell’epica.

Una voce femminile esce da un altoparlante e subito cala il silenzio. Un'intera arena aspetta di vedere gli atleti partire sulla linea di partenza. In questo caso, però, non ci sono corpi in movimento o, più in generale, umani a gareggiare tra di loro. Alla luce verde, infatti, lo scatto dei droni...
Allo Stadio in Milletrè
Storie

Allo Stadio in Milletrè

503909 Non è un terno da giocare a lotto e neanche una numerazione conseguenziale di chissà quale formula. Roma 503909 è semplicemente il numero di targa di una fiammante Fiat Milletrè bianca, una gran bella macchina, una berlina elegante, che mio padre si era comprato qualche tempo prima; era pat...
Quando l’impossibile è un limite temporaneo
Storie

Quando l’impossibile è un limite temporaneo

Sono Simona Canipari, ho 52 anni. Tre anni fa, mentre mi allenavo in bici da corsa, a causa di un incidente stradale, mi sono risvegliata tetraplegica. Immaginarmi senza poter più salire in sella a pedalare per più di 15.000 chilometri all’anno come mia abitudine è stata la spinta, unita al mio spi...
La nostra newsletter
Chiudi