Search
Close this search box.

Secondi. Vite a bordo ring. Il documentario

"√ą fighissima la vita a bordo ring. Non la cambierei con la vita a bordo di chiss√† che cosa" lo dice il Maestro Giorgio Maccaroni in "Secondi. Vite a bordo ring", la serie documentaria ideata e prodotta da Sportmemory in collaborazione con la Wilson Basetta Boxing School. Un racconto dell'universo emotivo che si addensa intorno alle sedici corde, da oggi on line con la sua prima puntata.
Secondi. Vite a bordo ring

Corde, sacchi, guanti. Cinture, quelle ambite. Sogni e sudore. Rispetto.
Nel quadrato c’√® tutto questo. Nel quadrato il tempo si ferma, ma solo perch√© √® troppo veloce per stargli dietro.
Il tempo, nel quadrato, racchiude tutto quello che il pugile è stato prima e sarà dopo.
Con lui, nel tempo veloce e interminabile delle riprese, c’√® anche chi lo ha portato l√¨ sopra. C’√® chi lo ha visto crescere, migliorare. Chi lo ha visto prendere a pugni delusioni e accarezzare sogni, tanto si sa, poi ci pensa la vita a mettere a posto le cose.
Secondi. Vite a bordo ring racconta vite ed emozioni di pugili, di Maestri, di promoter. Racconta tutto l’universo emotivo che si addensa intorno a quelle sedici corde che non sono un recinto, ma un perimetro di vita.

Secondi. Vite a bordo ring è una storia che abbiamo annunciato a luglio e che oggi trova il suo primo racconto documentario.
Il primo, ma non l’ultimo, perch√© questo mondo si porta dentro storie incredibili e di umanit√† profonda. Storie che meritano di essere conosciute al di l√† del risultato sportivo che anzi, spesso le mette in secondo piano.
Storie che meritano di essere raccontate perché tutti, lì dentro, possiamo trovare esempio e suggestioni.
In questo primo racconto abbiamo avuto con noi il promoter Davide Buccioni, i Maestri Italo Mattioli della Team Boxe Roma XI e Giorgio Maccaroni della Fortitudo Boxe, i pugili Michael “The Lone Wolf” Magnesi e Pietro “The Butcher” Rossetti. Da ognuno abbiamo raccolto impressioni e stati emotivi. Da ognuno abbiamo avuto qualcosa che non avevamo, qualcosa che ci era sfuggito e abbiamo preso esempi che abbiamo messo da parte. Lo sappiamo che prima o poi ci saranno utili.

Se mai avessimo avuto dubbi, ce li ha fatti passare Giorgio Maccaroni quando, mentre con gli occhi cercava ispirazione nella sua sala, ci ha detto “√® fighissima la vita a bordo ring. Non la cambierei con la vita a bordo di chiss√† che cosa”.
Ecco in questa frase c’√® se non tutto, veramente tanto.

Nella vita √® importante raccontare storie, ma ancora pi√Ļ importante √® essere esempio.
Da oggi, sulle tracce di esempi e di suggestioni, ci siamo anche noi con Secondi. Vite a bordo ring.

Marco Panella, (Roma 1963) giornalista, direttore editoriale di Sportmemory, curatore di mostre e festival culturali, esperto di heritage communication. Ha pubblicato "Il Cibo Immaginario. Pubblicità e immagini dell'Italia a tavola"(Artix 2015), "Pranzo di famiglia. Una storia italiana" (Artix 2016), "Fantascienza. 1950-1970 L'iconografia degli anni d'oro" (Artix 2016) il thriller nero "Tutto in una notte" (Robin 2019) e la raccolta di racconti "Di sport e di storie" (Sportmemory Edizioni 2021)

ARTICOLI CORRELATI

Gianni Minà

Gianni Minà ci credeva

84 anni. Una vita trascorsa a fare giornalismo. Non √® stato l’unico, ma √® stato tra i pochi capace di raccontare persone e non solo fatti e notizie. Nelle sue interviste, a lui non uscivano solo parole, ma brillavano gli occhi. Accade solo ai migliori. Gianni Min√† credeva a tutto quello che ha detto, scritto e fatto. √ą stata una fortuna, per lui e per noi.

Leggi tutto ¬Ľ
Jim Flynn

Jim Flynn. L’italiano di Hoboken

Andrew Chiariglione, Andrew Haynes, Fireman Jim Flynn. Nel gioco dei nomi √® sempre lui, l’italiano di Hoboken con il nome americanizzato come faranno tanti altri pugili di sangue e cognome italiano. √ą sempre lui ed l’unico ad aver mandato ko Jack Dempsey, uno dei pi√Ļ forti di ogni tempo. Questa √® la storia di un combattente, non di un vincente, una storia che parte da una foto che dice tutto.

Leggi tutto ¬Ľ
Patrizio Oliva

Patrizio Oliva, lo Sparviero del ring

Un campione assoluto. Olimpico, mondiale, europeo, italiano. Un campione sul ring e, come pochi, anche fuori. Patrizio Oliva da Poggioreale, cresciuto tra “fame nera e violenza” √® una delle pi√Ļ belle storie dello sport italiano.

Leggi tutto ¬Ľ



La nostra newsletter
Chiudi