I Cavalieri della Roma 2022

Sabato 8 ottobre 2022 undici cuori giallorossi diventano Cavalieri della Roma ed entrano nella prestigiosa Associazione di tifosi fondata nel 1999 da Lino Cascioli e Antonio Calicchia
Cavalieri della Roma

Sabato 8 ottobre, nelle sale di palazzo Brancaccio, si è rinnovato il rito annuale dell’investitura dei nuovi Cavalieri della Roma.
Undici i cuori giallorossi cooptati nell’Associazione fondata nel 1999 da Lino Cascioli e Antonio Calicchia.
Undici tifosi romanisti di fede assoluta, testimoni di impegno nella società civile come imprenditori, professionisti, uomini di cultura e manager pubblici e privati.
Soprattutto testimoni di un tifo che abbina passione, rispetto e cultura sportiva, ognuno con una storia, ognuno con un’emozione che nessuno è riuscito a nascondere.

Redazione

redazione@sportmemory.it

ARTICOLI CORRELATI

Olympia Fiume

Fiume, il calcio e la dignità ritrovata

Fiume significa tante storie. Questa è la storia del suo calcio e dei campioni fiumani che hanno poi vestito tante altre maglie lasciando un segno che va oltre i goal fatti. Questa è la storia di una dignità ritrovata.

Leggi tutto »

Sócrates. Il dottore e la squadra del popolo

“Noi calciatori siamo artisti, e gli artisti sono gli unici lavoratori che hanno più potere dei loro capi” diceva così Socrates, O Doutor, intellettuale prestato al calcio che festeggiava i suoi goal alzando il pugno al cielo. Al Corinthias sarà protagonista di stagioni di calcio, sogni e utopia. In fondo, l’essenza del calcio, è proprio questa.

Leggi tutto »

Un secolo di azzurro

100 anni di calcio della nazionale italiana raccontati con immagini e cimeli. Un viaggio nella passione, nelle sfide, nelle sconfitte e nelle vittorie degli uomini del grande cuore azzurro.

Leggi tutto »
Curva Sud

Curva Sud. Quello sguardo in alto a destra

Curva Sud, viverla è emozione allo stato puro. Sono stato un ragazzo e anche un ex ragazzo di Curva. Impossibile dimenticare le emozioni, impossibile non riviverle ogni volta che ci torno. eppure ogni volta penso a loro, ai ragazzi che entrano in campo. La prima cosa che fanno, immancabilmente, è guardare a destra, verso la Sud che ogni volta spumeggia di anime giallorosse. E allora sì che ti si deve stringere il cuore.

Leggi tutto »



La nostra newsletter
Chiudi