Sportmemory va in vacanza

jacovitti

Sportmemory racconta storie e rispetta il rito della vacanza agostana che, dell’Italia, è una grande storia di costume  dentro la quale ci siamo un po’ tutti.
Torneremo con l’aggiornamento mensile il 5 settembre e, a seguire, il 5 di ogni mese che sarà la nostra nuova data editoriale.
In questo mese, però, non vi faremo mancare del tutto le nostre storie.
Ne pubblicheremo alcune in maniera estemporanea nella sezione Diorama e, come sempre, cercheremo di raccontarle non per informare, ma per emozionare.
Proprio come ha sempre fatto un mai troppo ricordato Maestro dell’immaginario, Benito Jacovitti, con i suoi personaggi surreali avanti di decenni rispetto al linguaggio corrente del suo tempo e che Sportmemory omaggia con piacere.
Un innovatore, un precursore Jacovitti, di cui riprendiamo una copertina disegnata nel 1953 per Il Vittorioso, testata che ha segnato la storia del fumetto italiano.
Un’immagine che è specchio fedele di come siamo stati.
Un’Italia forse più ingenua, ma certo non peggiore.

 

sportmemory

Redazione

redazione@sportmemory.it

ARTICOLI CORRELATI

College. The american way to sportlife

È dove nascono passioni, dove si scoprono talenti, dove si allenano menti e dove si impara a competere, dove si diventa campioni di football, di baseball, di basket o di atletica per una stagione indimenticabile oppure per una vita intera. È un mondo a parte. È negli Stati Uniti. Si chiama College.

Leggi tutto »
wimbledon

Wimbledon, lecito sperare

Wimbledon è il tennis perché tutto il resto è arrivato dopo. Per questo non possiamo non guardare all’erba inglese come a una grande rappresentazione, un palcoscenico dove i protagonisti entrano in scena con ruoli e aspettative precise, quelle assegnate dal ranking internazionale, ma dove nulla, proprio nulla, sfugge alla regola dell’erba che non perdona leggerezze e distrazioni.

Leggi tutto »



La nostra newsletter
Chiudi