Search
Close this search box.

Agostino Di Bartolomei. Tor Marancia ricorda.

Con una targa apposta sul muro del palazzo dove è cresciuto e vissuto, Tor Marancia ricorda Agostino Di Bartolomei. Un'iniziativa voluta dal Comitato di Quartiere Ardeatino-Tor Marancia, sostenuta dalle Istituzioni e alla quale anche i Cavalieri della Roma non hanno voluto far mancare fattiva testimonianza di comune fede giallorossa.
Calicchia e Righetti a Tor Marancia

Roma non dimentica, Tor Marancia non dimentica. 
Agostino Di Bartolomei non è stato una meteora, semmai una cometa da cui tutti ci facciamo ancora guidare.
Ago, Dibba, Capitano. Ognuno di noi lo chiama come gli viene meglio, come si ritrova di più.
Certo è che Agostino Di Bartolomei, da cuori e anime giallorosse non è mai uscito. Da chi l’ha visto giocare, da chi è rimasto senza parole quando se n’è andato e anche da chi non lo ha mai conosciuto, ma è cresciuto con il suo mito. Come i ragazzi della Primavera che, appena vinta, sono andati a portargli la Coppa Italia a Castellabate, dove il marmo freddo non riesce a confinare un cuore troppo grande.
Bello il gesto dei ragazzi, bello l’esempio che Ago continua a essere per tutti.

La targa di Tor Marancia

Ragazzo di una volta, Ago è cresciuto nella Roma popolare di Tor Marancia; palazzi, comunità, strade che un tempo vedevano crescere tutti, l’oratorio, il campo dell’OMI, un’istituzione da queste parti.
Qui, a Tor Marancia, di Ago si parla sempre, non solo nelle ricorrenze canoniche.
È così che il Comitato di Quartiere Ardeatino-Tor Marancia ha deciso di fissare le parole a muro, perché di Ago non si deve sapere solo oggi o domani, ma è il futuro che deve sapere di lui e di dove è cresciuto.
Fortemente voluta dal Comitato di Quartiere, da ieri al civico 12 di via Francesco Giangiacomo una targa ricorda che lì Ago è vissuto da ragazzo. Sono queste mura e queste strade che lo hanno visto diventare quello era destinato a essere. È giusto ricordarlo qui.
A svelare la targa il presidente dell’VIII Municipio Amedeo Ciaccheri e il segretario del Comitato di Quartiere Diego Florio.

Impossibile mancare

I Cavalieri della Roma hanno testimoniato la vicinanza all’iniziativa con la presenza del presidente Antonio Calicchia e del cavaliere Ubaldo Righetti, protagonista della Roma Campione d’Italia 1982/83.
Ancora una volta, nel nome di Agostino Di Bartolomei, il tifo giallorosso ha dimostrato che il calcio che ci piace è ancora e sempre possibile.

 

Marco Panella, (Roma 1963) giornalista, direttore editoriale di Sportmemory, curatore di mostre e festival culturali, esperto di heritage communication. Ha pubblicato "Il Cibo Immaginario. Pubblicità e immagini dell'Italia a tavola"(Artix 2015), "Pranzo di famiglia. Una storia italiana" (Artix 2016), "Fantascienza. 1950-1970 L'iconografia degli anni d'oro" (Artix 2016) il thriller nero "Tutto in una notte" (Robin 2019) e la raccolta di racconti "Di sport e di storie" (Sportmemory Edizioni 2021)

ARTICOLI CORRELATI

AS Roma

AS Roma. La fondazione come destino

L’anno è certo, il 1927. Le date si alternano tra quelle ufficiali e quelle del cuore. Il 2 maggio nelle intenzioni, il 7 giugno dal notaio, il 22 luglio il primo atto organizzativo. Cercare una data esatta per la nascita di un mito, più che difficile è quasi sempre superfluo. Vale per la fondazione di Roma e vale anche per la narrazione fondativa dell’AS Roma. Per questi colori e questo nome il tempo è poco più che un dettaglio.

Leggi tutto »
Andrea Belotti

Belotti. Il canto del Gallo

Il campionato della Roma inizia così, con Andrea Belotti che finisce l’anno sabatico e ritrova la strada del goal. Una strada che un giocatore onesto e di sacrificio come lui merita. È una buona notizia, per lui e per la Roma. Poi c’è la partita e prima ancora l’attesa della partita. Conferme, sorprese, amarezze. È il Gioco. È il bello del Gioco.

Leggi tutto »
Giacomo Losi

Giacomo Losi. In bocca al lupo Capitano!

88 anni, 405 maglie giallorosse, 305 fasce da Capitano e un cuore che non ha mai fatto differenze tra sacrificio e passione. Giacomo Losi ha cambiato campo e adesso si starà già riscaldando per la prossima partita. Con l’onore di averlo avuto nell’Associazione sin dal 2000, i Cavalieri della Roma oggi lo salutano così.

Leggi tutto »
Alberto Ginulfi

Alberto Ginulfi. Il Portiere

Il rigore parato a Pelé, certo, ma come disse Alberto Ginulfi nel 2018 “…non vorrei essere ricordato solo per quello. Certo, non è una cosa che capita tutti i giorni, ma io credo di aver fatto tanto per la Roma.” Quattordici anni di maglia e un amore infinito per la Roma. Alberto Ginulfi non è stato un portiere, ma il Portiere.

Leggi tutto »
Cavalieri della Roma

Cavalieri della Roma. Nozze d’argento con i nominati del 2023

Parterre d’eccezione per le nomine dei Cavalieri della Roma in occasione del venticinquesimo anniversario dell’Associazione. La prestigiosa investitura va a Francesco De Gregori, Noemi, Zibì Boniek e ad altri dieci tra imprenditori, manager, magistrati e professionisti, tutti testimoni e protagonisti di assoluta fede giallorossa.

Leggi tutto »



La nostra newsletter
Chiudi