Search
Close this search box.

Hero Südtirol Dolomites. Nuove strade per gli eroi della Mtb

La regina delle marathon di mountain bike annuncia le novità 2024: il prossimo anno la HERO Südtirol Dolomites avrà anche un percorso di 71 chilometri e 4.100 metri di dislivello. Un terzo tracciato di gara di 71 km che va ad aggiungersi ai due classici di 86 e 60 km.
HERO Südtirol Dolomites

Una grandissima novità attende la prossima edizione – la quattordicesima – della HERO Südtirol Dolomites, la maratona di mountain bike più dura al mondo che si terrà a Selva di Val Gardena dal 13 al 16 giugno 2024.
Inserita nel calendario UCI nella prestigiosa categoria Hors Class, oltre agli ormai iconici percorsi da 86 km e 60 chilometri, infatti, la HERO Südtirol Dolomites si rinnova e presenta agli atleti un terzo tracciato di gara di 71 chilometri su 4.100 metri di dislivello.

Il nuovo percorso

L’itinerario seguirà in buona misura il percorso del “lungo”, ma eviterà la salita dell’Ornella che, con suoi 967 metri di dislivello, ha una soglia di difficoltà molto alta. Il nuovo percorso salirà direttamente da Arabba al Passo Pordoi lungo il tracciato di 60 km, per proseguire poi su quello di 86 km fino all’arrivo a Selva Val Gardena.

HERO Südtirol Dolomites
(Photo credit: Freddy Planinschek)

L’obiettivo

Il terzo percorso risponde alla logica di offrire al pubblico una piattaforma di attrazione turistico-sportiva sempre più amplia. Una piattaforma che non si limiti al pur importante aspetto tecnico-sportivo, ma coinvolga pubblico e partecipanti in un’esperienza unica al mondo. Esperienza che guarda al mondo dei professionisti, ma che moltissimo guarda anche al pubblico degli amatori e degli appassionati.  Amatori e appassionati che potranno partecipare alla HERO Südtirol Dolomites avvicinandosi gradualmente al percorso più impegnativo, mettendosi alla prova in una delle manifestazioni di questa specialità più amate ed emozionanti.

Heroes locations

Grazie alla preziosa collaborazione con l’associazione albergatori della Val Gardena, i partecipanti alla HERO Südtirol Dolomites aranno la possibilità di prenotare pacchetti vacanza di 2 e/o 3 notti presso strutture convenzionate. In particolare, il pacchetto 2024 HERO Bike Festival comprende il soggiorno di tre giorni – da giovedì 13 a domenica 16 giugno 2024 e un ticket per partecipare a HEROE Südtirol Dolomites in programma domenica 16 giugno 2024: una giornata di relax dedicata alla scoperta delle Dolomiti e delle tradizioni culinarie dell’Alpe di Siusi. In sella alle proprie mountain bike o e-mtb, infatti, sarà possibile pedalare lungo uno dei  percorsi previsti, facendo tappa in tre malghe dove si potranno assaggiare piatti locali particolarmente apprezzati.

HERO Südtirol Dolomites. La gara che verrà

Mancano ancora 8/9 mesi prima di vedere gli Heroes sciamare per le Dolomiti, ma le iscrizioni alla HERO Südtirol Dolomites 2024 sono già aperte. Salvo disponibilità di pettorali, sarà possibile usufruire della tariffa agevolata fino al prossimo 30 settembre.
Per rimanere in tema, – e forse anche per allenarsi – un’occasione da prendere al volo.

 

Rachele Colasante nata a Roma nel 1999, da sempre incuriosita dalle storie, studia Lettere a RomaTre cercando di scrivere la sua al meglio. Ancora non sa dove la condurrà il suo percorso, ma per ora si gode il paesaggio.

ARTICOLI CORRELATI

Allenarsi per lo Spazio

Il ritorno sulla Luna nel 2024 e poi Marte e poi chissà dove e come. La nuova avventura spaziale sarà la grande avventura del secolo e apre lo scenario della permanenza umana stabile in ambienti simil terrestri costruiti su altri pianeti. In questa prospettiva poteva forse mancare l’attività fisica?

Leggi tutto »
Prisca Taruffi al Rally Maya

Rally Maya 2023. Appunti dalla terza e quarta tappa

In gara al Rally Maya 2023 su Ferrari 308 GTS insieme alla copilota Marina Grassi, Prisca Taruffi racconta a Sportmemory le sue impressioni di tappa. Tra soprese di gusto italiano e meccanici al lavoro di notte, così sono andate la terza e la quarta tappa Merida-Progreso-Merida.

Leggi tutto »
Gipo Viani Nereo Rocco

Gipo Viani e Nereo Rocco. Italians do it better

Difesa, libero, catenaccio, gioco all’italiana. Definizioni che ci siamo tatuate addosso, una seconda pelle che abbiamo portato in giro sui campi di tutto il mondo, provocando fastidio e malcelata invidia, sberleffi e risultati, tirando fuori il nostro intrinseco carattere e talvolta anche sangue dalle rape.

Leggi tutto »
Facchetti Mondiali 74

Giovanni Arpino. La sconfitta diventa letteratura

Brucia l’eliminazione dal Mondiale tedesco del 1974. A chi ne ricorda brucia ancora oggi. Gli Azzurri sono criticati, contestati negli stadi e nel ritiro, sulla stampa, in tv e nelle strade.Una ferita nazionale, una di quelle che il calcio riesce incredibilmente a dare come nessun altro sport. Giovanni Arpino è dentro i fatti sportivi, segue il Mondiale da inviato, è un seguace del calcio alla Bearzot, allora allenatore in seconda. Giovanni Arpino è però soprattutto uomo di cultura e con Azzurro tenebra la sua penna fa diventare la sconfitta riflesso letterario che rispecchia il calcio, i suoi personaggi e lo spirito del tempo.

Leggi tutto »
Rally Maya 2023 Taruffi

Rally Maya 2023. Appunti verso Cancun

In gara al Rally Maya 2023 su Ferrari 308 GTS insieme alla copilota Marina Grassi, Prisca Taruffi racconta a Sportmemory le sue impressioni di tappa. I 345 chilometri della quinta tappa Merida – Cancun tra camion, lavori stradali, 45 gradi in abitacolo e pioggia tropicale

Leggi tutto »
Anime Mimì

Anime. Le eroine dello sport

Uno dei filoni più interessanti dei manga trasposti in anime, cioè in cartoni animati giapponesi, è quello riservato allo sport al femminile. In particolare, in Italia hanno riscosso successo tre eroine: una tennista e due pallavoliste.

Leggi tutto »



La nostra newsletter
Chiudi